Good Morning


Credevo che si trattasse di una comune forma  di saluto, quando ho scoperto che questo è il nome di un esercizio per i glutei.

Mai avrei pensato, un paio di anni fa, di arrivare a farlo. Eppure, martedì scorso, con la mia personal trainer, l’ho provato. La parte più difficile per me è la postura della schiena, sulla quale abbiamo lavorato tanto e stiamo continuando a lavorare.

Due anni fa ero disperatamente obesa, ma soprattutto infelice. Non oso immaginare quale fosse la mia età metabolica, ma era più alta della mia età anagrafica. Due anni fa avevo 58 anni. Ho deciso di cambiare la mia vita, per la mia salute e per la mia autostima.

 

8FE7FD90-62DD-4731-A031-2438A228C067

2017

E così, ho iniziato a lavorare sull’alimentazione e sulla forma fisica.

Piccolo consiglio, poi fate come volete: secondo me, sopra una certa età, ma anche sotto, è importante affidarsi a una persona di fiducia, un Personal Trainer qualificato. Ho avuto fortuna perché ho indovinato al primo colpo! La prima volta che abbiamo lavorato insieme, Margherita mi ha visto piangere (beh, basta guardare la foto per capirne il motivo) e mi ha incoraggiata facendomi capire  che  avrei potuto decidere di non sentirmi più così a disagio… Le parole precise non le rammento, ma di certo ricordo bene la sua energia mentre le pronunciava.

La strada che mi ha portato ad eseguire un Good Morning abbastanza corretto è molto lunga. Per i primi tempi abbiamo lavorato sull’attivazione, e su una alimentazione corretta. Quest’ultima è stata ed è ancora la parte più ardua.  Macronutrienti, questi sconosciuti!

Mi è stata utile un’applicazione che si chiama Yazio , con la quale è possibile impostare un piano alimentare che tenga conto dell’equilibrio tra Carboidrati, Grassi e Proteine. Ma la cosa che mi ha maggiormente aiutato è stato concentrarmi su quanto cibo poco sano io mangiassi. E così, ho lavorato sulla consapevolezza di ciò che mangiavo, prediligendo i cibi e le ricette più sane.

E ancora ho da lavorare tanto, perché non si finisce mai.

PS No beveroni dimagranti, ma sudore, passione e costanza!

 

This entry was posted in alimentazione, Cambiamento, Fitness, Palestra, Salute and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

1 Response to Good Morning

  1. Pingback: Suvvia, un po’ di flessibilità! | paolapandolfini

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s